Giro Loano-Verzi-Ranzi-Loano

  • Cartina

  • Difficoltà: Medio
  • Lunghezza percorso: 17 Km
  • Tempo medio di percorrenza: 1 ora 15 minuti
  • Vegetazione principale: Pino marittimo, castagno, quercia, frassino, cisto, ginestra, erica – brugo, felce.

Nel secondo articolo viene descritto un nuovo itinerario ad anello che sale lungo l’entroterra loanese per poi scendere lungo il versante di Ranzi.

Come  punto di partenza è stato scelto il piazzale del monastero di Monte Carmelo, ecco come arrivarci: dall’Aurelia SS1 girate a lato monte in via della Rimembranza; la strada è a senso unico e vi porta a Borgo Castello, girate quindi a destra al primo incrocio, la via passa su un lungo ponte in salita che porta a Monte Carmelo, la meta del nostro ritrovo.

Iniziamo quindi la nostra pedalata! Torniamo a Borgo Castello ripercorrendo la discesa del ponte; arrivati all’incrocio giriamo a destra per via Bulasce, che prosegue dritta e in falsopiano per un lungo tratto.

Al termine della via si passa sotto il ponte dell’autostrada, (Genova-Ventimiglia A10) dopodichè si giuge ad un incrocio, svoltate a destra in direzione Verzi.

All’interno di Verzi si percorre via Borgata Case, al cui termine si arriva ad una curva stretta ed insidiosa.

Il vicolo Borgata Borgarino prosegue in forte salita. Sulla sinistra troverete una deviazione: ignoratela e continuate ad andare dritti in direzione della chiesa di Verzi. Lo strappo prosegue per altri 100 metri fino ad arrivare ad un bivio; svoltate a destra dove affiancherete la Chiesa. Quindi si affronta uno stretto tornantino che svolta a sinistra.

La salita ora prosegue in modo costante con pendenze impegnative lungo il costone dell’altura.

Lungo il percorso si affiancano alcune villette e ben presto si giunge ad un altro bivio, (dritti si prosegue al rifugio Pian delle Bosse e o sul Monte Carmo) svoltiamo a destra.

La via è sempre in asfalto, dopo un paio di curve si incontra una nuova biforcazione, qui dobbiamo prendere la strada a destra, che ci conduce dopo poche decine di metri all’inizio del tratto in sterrato.

La condizione dello strada bianca lungo il versante di Verzi è abbastanza pietroso, in special modo quando si attraversa un doppio tornate; nella seconda curva c’è un bivio, si deve girare a destra, la salita a questo punto spiana e poi gira lungo il versante di Giustenice.

Lungo questo tratto si deve prestare attenzione alla ghiaia presente in alcuni punti dello sterrato. L’itinerario adesso è un mix  di sali-scendi e di curve con a sinistra una bella vista panoramica che dà sull’antroterra di Pietra Ligure e del Finalese. Continuando si incontra una biforcazione, manteniamoci sulla sinistra per proseguire dritti; (a destra si va alla chiesetta di San Martino)

A questo punto il percorso alterna tratti in discesa lungo il versante di Verzi e tratti pianeggianti sul versante Pietrese. Continuando la pedalata si arriva ad un bivio: qui si deve prendere la strada di destra.

Adesso lo sterrato percorre alcuni brevi ma impegnativi strappi in salita, ad aumentare la difficoltà è anche il fondo stradale molto sassoso; l’itinerario immerso in un castagneto, raggiunge la cima dell’altura. Una volta superata la cima, la strada scollina fino ad arrivare ad una nuova biforcazione, qui dobbiamo prendere la strada sterrata che gira sulla sinistra.

Il tracciato adesso alterna punti in discesa con rettilinei in piano, un bellissimo panorama in questa tratta ci mostra la pianura di Loano, Borghetto e tutta la costa fino ad arrivare al promontorio di Capo Mele.

La strada bianca svolta poi a sinistra per il costone, dopo un tratto in leggera discesa, la strada sterrata diventa asfaltata.

La carreggiata che si imbocca è via Dottor Giacomo Porro, essa scende fino alla frazione di Ranzi; la discesa va percorsa con la massima attenzione poichè presenta alcune curve insidiose. Dopo aver superato la Parrocchia di San Bernardo a Ranzi, si arriva ad un tornante che gira sulla sinistra; prendete la biforcazione sulla destra che si presenta lungo la curva.

Il vicolo che si raggiune si chiama Borgata Santa Liberata e attreversa proprio il nucleo di case omonimo. Mentre si attraversa l’abitato si percorre una discesina lastricata; al fondo di essa c’è ad una piccola piazza, girate a destra. Subito dopo, invece di andare dritti per il parcheggio delle macchine curvate a sinistra, qui si imbocca un sentiero lastricato in pietre.

Siate cauti e attenti durante questo sentiero che scende costantemente verso la valle del costone. Terminata la discesa il sentiero ciclabile curva a sinistra e prosegue in salita con alternanza di “scalini” naturali di roccia, qui l’itinerario è avvolto dagli uliveti.

Al termine del sentiero si giunge ad una strada sempre con pavimentazione in terra battuta, girate a sinistra; la strada bianca aggira l’altura dei “Cinque Alberi” e prosegue in discesa fino all’incrocio con via San Damiano.

Arrivati al crocevia, imboccate la strata che va a destra; essa affianca la chiesetta di San Damiano, dalla cui piazza potrete ammirare la costa Ligure, da Capo Mele a Varigotti. Superata la cappella, la stradina prosegue stretta in discesa affrontando mezze curve a tratti in forte discesa; al termine di essa si ritorna nuovamente al monastero di Monte Carmelo.

  • Conclusioni: In conclusione il Giro Loano-Verzi-Ranzi-Loano è molto divertente, consigliato per chi ama percorrere tragitti misti con alternanze di strappi e discese; la lunghezza non è troppo eccessiva, percorribile in poco più di un’ora di tempo. A rendere ancora più interessante il nostro itinerario è la natura, superata Verzi la  salita attraversa un terreno pietroso disseminato di pini marittimi. Proseguendo per lo sterrato in cresta che porta a Ranzi la vegetazione è prevalentemente composta da boschi di castagni, quercie e pinete. Inoltre, lungo l’itinerario sono presenti diversi punti panoramici da cui si può ammirare la costa e l’entroterra ligure.

Buona pedalata a tutti e arrivederci al prossimo articolo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...