Giogo di Toirano – Colle dello Scravaion

  • Cartina:

  • Difficoltà: Medio
  • Lunghezza percorso: 8 Km
  • Tempo medio di percorrenza: 45 minuti
  • Vegetazione principale: Frassino, felce, betulla, faggio, nocciolo.

Oggi parleremo di un nuovo itinerario ciclistico che ha inizio dal Giogo di Toirano, prosegue in direzione della montagna Rocca Barbena, passa per la colla degli Alzabecchi e, tramite sentiero, scende al Colle dello Scravaion passando dal versante nord del monte.

Ecco come arrivare al Giogo di Toirano:

  • Da Borghetto S.S. imboccare la strada provinciale S.P.1 che porta a Toirano e si immette nella Val Varatella; al termine della salita si giunge al colle, punto di inizio della nostra pedalata.
  • Dalla Val Bormida, imboccare sempre la S.P.1 nel senso contrario in direzione di Borghetto; giunti al comune di Bardineto, proseguire per il Giogo di Toirano, distante qualche chilometro dal paese.

Una volta arrivati al punto di partenza e pronti per la nostra pedalata, imbocchiamo l’Alta Via dei Monti Liguri che porta in direzione del monte Rocca Barbena. La strada è in buono stato, i primi metri sono in salita, dopodichè lo sterrato alterna punti di pianura con brevi salite.

Durante la prima parte si incontrano tre deviazioni che svoltano tutte a destra; ignoriamole continuiamo per la via principale.

La strada presenta alcune curve in un bellissimo bosco di faggi, quindi si raggiunge un imbortante incrocio in cui sono presenti 4 strade: una svolta a destra e porta a Bardineto, mentre le altre 3 vanno in direzione sud, la strada che dobbiamo scegliere è quella più a destra delle tre(seguite la freccia blu pitturata su un tronco d’albero). Imboccando questa mulattiera lasciamo l’Alta Via dei Monti Liguri, per poi rincontrarla poco più avanti.

Dopo aver superato l’incrocio, la mulattiera inizia a salire ripida per un centinaio di metri. Lungo lo strappo si affrontano un paio di tornanti, dopodichè, in una curva, si incontra una nuova deviazione. Prendiamo la strada che sale alla nostra sinistra, senza prendere in considerazione la via che scende dolcemente (seguite la freccia blu pitturata su un tronco di faggio).

Da qui si deve percorrere ancora un breve tratto in salita, finchè non si giunge in cima al crinale del costone e si arriva al sentiero dell’Alta Via. In questo incrocio si congiunge un sentiero che proviene dal Giogo di Toirano

In questa nuovo bivio dobbiamo svoltare a destra dirigendoci in direzione della Rocca Barbena; da qui in poi si segue il percorso dell’Alta Via la cui prima parte è una  stradina, poi all’approssimarsi del colle degli Alzabecchi, diventa sentiero.

Dalla colla degli Alzabecchi c’è un sentiero non ciclabile che scende alla omonima sella. Una volta giunti al prato, (quota 937metri) il sentiero si biforca, a sinistra si sale in cime al monte (sentiero non ciclabile), ma va preso il sentiero di destra che aggira la montagna dal versante nord. In cima alla colla prativa si può ammirare il Monte San Pietro e la Val Varatella.

Questo sentiero è molto ben segnato con tanto di scritte AV su quadrato bianco-rosso lungo il percorso. Da qui in poi l’itinerario tende a scendere di quota; alcuni brevi tratti vanno percorsi con particolare concentrazione poichè molto impegnativi per scogli sporgenti e ripide discese, ma, con un po’ di abilità è un percorso ciclabile.

Continuando a scendere di quota all’ombra dei faggi, troviamo un nuovo bivio lungo il percorso: qui si deve svoltare e imboccare il sentiero alla propria sinistra. Proseguendo incontriamo un piccolo pontile di legno che ci permette di attraversare un ruscello senza difficolta. Dopo un centinaio di metri il sentiero sbocca in una piccola stradina in terra battuta creata dai boscaioli.

Da qui in poi dobbiamo pedalare per questo sterrato che in poco tempo ci porta al Colle dello Scravaion!

Conclusioni: Il percorso Giogo di Toirano-Colle dello Scravaion, sebbene di breve lunghezza, è un itinerario tecnico e tutt’altro che facile. La prima parte è molto semplice, dopodichè la strada diventa impegnativa e, una volta che il percorso si trasforma in sentiero, alcuni pezzi si devono attraversare con particolare attenzione a causa del terreno scosceso.

Consiglio quindi di affrontare questo percorso in bici con un po’ di allenamento nelle gambe e con una certa abilità nell’affrontare percorsi ciclistici su sentiero. Nel caso si debba affrontare per la prima volta questo itinerario consiglio vivamente di munirsi di cartina o GPS per non smarrire l’orientamento nella prima parte del traccciato in cui sono presenti diversi bivii.

Nonostante ciò consiglio di pedalare su questo tracciato poichè è molto bello e suggestivo. Infatti la quasi totalità della nostra pedalata verrà affrontata sotto le chiome degli alberi: faggi e nocciole soprattutto. Dopo aver superato la colla degli Alzabecchi il percorso è molto interessante e divertente!

Dal Colle dello Scravaion si ha la possibilità di giungere a Bardineto dalla strada provinciale SP52; inoltre si può anche andare al Colle di San Bernardo, raggiungibile per strada sterrata, oppure scendere nella Val Neva direzione Albenga.

Arrivederci al prossimo articolo!

Buona pedalata a tutti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...